A luglio l’eclissi lunare più lunga del secolo

541

di Gemma Delle Cave

Il prossimo venerdì 27 luglio assisteremo ad un evento astronomico di immensa portata, un’eclissi lunare totale della durata di circa 103 minuti, la più lunga di tutto il secolo. L’eclissi lunare totale ricordiamo -per i meno esperti- è quel fenomeno che si verifica quando la Luna entra totalmente nel cono d’ombra della Terra, ossia la regione priva di luce. Perché l’eclissi lunare possa avvenire, la Luna deve essere nella fase di plenilunio ed in prossimità di un nodo, in poche parole ci deve essere allineamento tra Sole, Terra e Luna. Inoltre, a causa della rifrazione dei raggi solari che attraversano l’atmosfera terrestre, la Luna assume una colorazione rossastra particolarmente suggestiva.

Quella che astronomi di tutto il mondo attendono con tanta suspense sarà un’eclissi visibile ad occhio nudo (e senza rischi per la vista) in direzione Est, a partire dalle 19.13, per poi raggiungere la fase totale tra le 21.30 e le 23.14, e se si considera la fase di penombra si potranno mantenere gli occhi al cielo fino alle 02.31. 

Gli esperti della Nasa e l’astrofisico Gianluca Masi hanno anticipato che oltre all’eclissi lunare, ci sarà anche una grande opposizione del pianeta rosso Marte, mentre sarà al perielio -la minima distanza dal Sole-. Un connubio che non capita di frequente. Infatti, il pianeta rosso ci regalerà un colore rubino intenso, facendo coppia con il nostro satellite.

Per concentrarsi più su Marte, bisognerà essere muniti di telescopio, perché è quello più difficoltoso da percepire ad occhio nudo nelle sue caratteristiche. Se, invece, non avrete la possibilità di uscire, potrete godervi l’evento ovunque sarete, semplicemente collegandovi al sito del Virtual Telescope (https://www.virtualtelescope.eu/), che mostrerà in diretta l’eclissi totale di Luna più lunga del secolo e l’opposizione di Marte.

Gemma Delle Cave

Adora l’arte e i viaggi, cui si dedica appena ho del tempo libero. Parla due lingue, inglese e francese, e sta imparando la terza. Leggere è il suo pane quotidiano: ha una piccola libreria piena di grandi classici, una continua fonte di ispirazione per lei. Dipingere è la sua passione da sempre, tanto che si può dire sia nata con matite e pennelli in mano e non avrebbe mai immaginato che, a breve, sarebbe diventata un ingegnere chimico…