Casoria- Apre l’isola ecologica in Via Pietro Nenni.

3953

Taglio del nastro per la nuova isola ecologica del Comune di Casoria in Via Pietro Nenni. Il centro di raccolta sarà inaugurato giovedì 28 giugno alle ore 18.30 alla presenza del Sindaco Pasquale Fuccio, dell’Assessore all’ambiente Pietro D’Anna, delle istituzioni civili e della cittadinanza.

Nell’area sarà possibile conferire, in apposito orari,  non soltanto le frazioni già previste con il porta a porta (ad eccezione dell’umido) ma anche rifiuti  smaltibili tramite il normale sistema di raccolta, gli ingombranti, il legno, i Raee (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) e gli indumenti. L’utilità principale del nuovo centro di raccolta è  quindi evitare lo smaltimento in discarica, per recuperare risorse e tutelare meglio l’ambiente.

I cittadini potranno accedere all’isola ecologica tramite apposita tessera rilasciata dagli operatori, dietro presentazione di un documento di riconoscimento e di una ricevuta attestante il regolare versamento della tassa sui rifiuti.

“Un ulteriore passo verso la promessa normalità” ha dichiarato il Primo cittadino Pasquale Fuccio. La prima isola ecologica è sul territorio di Casoria e, avendo recuperato un finanziamento perso dell’area metropolitana, a breve metteremo a gara il secondo centro di raccolta sulla frazione di Arpino. Differenziare resta la priorità di questa amministrazione e la vera salvezza per il nostro futuro”.

“Si tratta di un supporto indispensabile alla raccolta differenziata anche in termini di alleggerimento delle affannose attività di pulizia e raccolta della società partecipata Casoria Ambiente”, ha sottolineato l’Assessore all’ambiente Pietro D’Anna “Il centro che ci apprestiamo ad aprire, insieme a quello che si realizzerà nella zona Lufrano, coprirà la totalità del territorio e proietterà la città nella dimensione opportuna per una popolazione di 80000 abitanti”.

 

Gilda Longhi

Classe ’85, una laurea specialistica in Economia e gestione delle imprese nel cassetto e un tesserino da giornalista pubblicista nel portafogli. Permalosa e testarda, non perde occasione per “fare polemica” ed è definita dai suoi amici come una “presenza che si fa sentire, una che pensa una cosa e ne fa cento”. Cattolica, appassionata di musica e libri, adora stare in mezzo alla gente. Si è avvicinata al giornalismo nel 2008 quasi per caso e da allora non lo ha più lasciato: scriverebbe sempre (se solo glielo lasciassero fare!). Ha una insana passione per la politica e per il territorio in cui vive.