Cinema mon amour – I giovedì dell’Astra

750

Dopo la felice esperienza dell’anno accademico scorso, ritorna ‘Cinema mon amour – I giovedì dell’Astra’, ciclo di incontri del programma F2 Cultura, che nasce dalla collaborazione tra il Dipartimento di Studi Umanistici e il Centro Coinor dell’Università degli Studi di Napoli Federico II con la Fondazione Cineteca di Bologna e l’Associazione Arcimovie.

Come per la scorsa edizione gli incontri si divideranno nelle sezioni: ‘Una cineteca in viaggio’I mestieri del cinema‘, Nuove prospettive‘, Dalla parte degli attori’.Cambiano, invece, gli orari: gli incontri e le proiezioni del giovedì si terranno, infatti, alle 18. L’ingresso è libero.

L’incontro inaugurale del 9 novembre, con ‘Una cineteca in viaggio’, inizierà però alle 17, con un doppio importante appuntamento: verrà riproposto Freaksdi Tod Browning (1932) insieme al restauro, presentato a Venezia 2017, di La donna scimmia di Marco Ferreri.

Oltre al cambio dell’orario, la novità di questo semestre è che ‘Cinema, mon amour’ raddoppia gli incontri con ‘I mercoledì dei classici’ che proporranno ad un pubblico di studenti e di interessati una serie di classici imperdibili.L’appuntamento sarà sempre al Cinema Academy Astra alle 14. L’ingresso è sempre gratuito.

L’8 novembre si parte con Scherlock Jr di Buster Keaton (1924) e Un chien andalou di Louis Buñuel (1929), per chiudere il 13 dicembre con Bellissima diLuchino Visconti (1952).

Come per l’anno accademico scorso, agli appuntamenti all’Astra saranno associati interventi di studiosi e professionisti, con incontri rivolti agli studenti che si svolgeranno anche presso il Dipartimento di Studi Umanistici, in stretta collaborazione con il corso di laurea magistrale in Discipline della Musica e dello Spettacolo. Storia e teoria‘.

Il calendario dettagliato degli appuntamenti sarà disponibile su

http://www.f2cultura.unina.it/cinema-mon-amour-i-giovedi-dellastra/

https://www.facebook.com/cinemamonamournapoli/

Il Domenicale News

Il “Domenicale News” fondato e diretto da Pasquale D’Anna nel 2011, nasce dall’idea e dai bisogni di un gruppo di persone che attraverso il giornale e l’Associazione culturale Kasauri, editrice dello stesso, concretizzano la voglia e l’aspirazione di un desiderio di informazione libera, indipendente e generalista. Resta immutata la volontà di rivolgerci ad un pubblico che dalle idee è incuriosito perchè “Il Domenicale” è soprattutto frutto di una idea.