Finte griffe alimentano il lusso facile

1745

 

 

Qual è il vero significato di prendersi cura di se stessi? Tutelare la propria salute significa anche spendere di più? Il maggior investimento garantisce una maggior attenzione per se stessi e per la prevenzione delle malattie? Alcune volte capita che la qualità sia garantita solo da un maggior dispendio di danaro e che la merce ed i servizi a basso costo siano maggiormente frutto di superficialità e poca cura.

Eppure ci sono rivenditori conosciuti, agenzie per il sociale che godono di un buon nome tra i clienti, ma non sempre garantiscono equità e qualità in rapporto alla spesa. Oggi non è raro ricevere merce e servizi scadenti da esercizi commerciali che vivono la scia del successo e della affidabilità proveniente dal passato: da nonni, zii e parenti che hanno investito e costruito con le unghie e con i denti attività di tutto rispetto. Attività, però, che nel tempo non hanno conservato la loro congruità di trattamento, la loro onestà produttiva, il loro impegno sociale.

Come possiamo difenderci da tutto questo?

Il prezzo di un prodotto o di un servizio non sempre è indice di qualità. Nei tempi di google, internet a go-go, c’è la possibilità di informarsi, di confrontare prezzi e prodotti, ricercare e leggere FAQ, opinioni, pareri di esperti. Eppure la truffa è dietro l’angolo: esercenti che speculano sull’ignaro cliente fedele e vanno avanti negli anni tra scarsità e approssimazione.

Dal punto di vista sociologico ciò comporta una dimensione commerciale e sociale fatta di incertezze, in un mondo che tende a fruire, invece, di certezze ‘pronto d’uso’, come lo sono le ricerche di marketing on line.  In realtà, non c’è modo di divenire più scaltri o più oculati nello shopping o nel l’espletamento di pratiche; occorre certamente fiuto e capacità di scelta, buona conoscenza del mercato globale e competenze informatiche per operare una buona indagine di mercato; ma se tutto ciò non bastasse? Il prodotto contraffatto, Made in Cina,  è onnipresente dalla tavola all’armadio, passando per la scarpiera e il mobiletto del bagno; perché nulla si salva: dal detersivo allo yogurt, dal golfino allo stivale è tutto frutto di un mondo di contraffattori e prodotti contraffatti che rendono felici solo quelli del lusso facile: tutto griffato al prezzo di una pizza per due.

Angela Cascella

Interessata alla Letteratura e con una forte passione per la scrittura, Angela si è laureata dapprima in Lettere Moderne e poi in Giornalismo. Non appena ha iniziato a lavorare, a 21 anni, è stata organizzatrice di eventi; poi ha lavorato nei Beni Culturali presso i maggiori musei campani; da 16 anni è Docente di ruolo. Ha sempre inseguito il suo sogno di scrivere. Si è cimentata in racconti, poesie, scritti diaristici, scritti personali; ha collaborato alla stesura di tesi e testi letterari. Ha pubblicato svariate poesie con la casa editrice Pagine. E' stata curatrice letteraria di due libri:” lI lato oscuro dell’Amore”(Storie di Stalking) e “Usi e costumi della Costiera Amalfitana” . Ama il sole ed il mare. Ama il teatro ed il cinema. Ama cantare. Ama viaggiare, anche con la mente. Soprattutto...Ama Amare.