Giornata della prevenzione e del benessere: domani a Casoria l’incontro sulle patologie tiroidee

1937

Quello della prevenzione e della diagnosi tempestiva delle patologie è un tema sempre attuale e su cui ciascuno, a partire dagli addetti ai lavori, deve porre la giusta attenzione e non abbassare mai la guardia. E’ per questo che, nell’ambito delle giornate dedicate alla prevenzione ed al benessere psicofisico patrocinate dal Consiglio regionale della Campania, la città di Casoria ospiterà domani, mercoledi 27 settembre a partire dalle ore 15.30 presso la Biblioteca Comunale, un incontro avente come tema le patologie tiroidee. L’evento è stato organizzato grazie al contributo dell’Università degli studi della Campania “Luigi Vanvitelli” e della Commissione ambiente, sanità pubblica e sicurezza alimentare del Parlamento europeo.

Ad aprire i lavori il Sindaco di Casoria Pasquale Fuccio, saranno presenti per un saluto il presidente della commissione sanità in Regione Campania Raffaele Topo, il consigliere regionale e capogruppo del PD Mario Casillo e il rettore dell’Università degli studi della Campania “Luigi Vanvitelli” Giuseppe Paolisso. A seguire gli interventi tecnici di docenti universitari e  medici specialisti, che affronteranno gli argomenti della diagnosi delle tiroidepatie, dell’alimentazione e degli aspetti chirurgici relativi a tali patologie. Il convegno sarà moderato dal Dott. Egidio Milone. Al termine della parte teorica ci sarà la possibilità di effettuare esami diagnostici tiroidei in maniera gratuita (previa prenotazione. Info Dott. Salvatore Allocca: 3336102868).

Gilda Longhi

Classe ’85, una laurea specialistica in Economia e gestione delle imprese nel cassetto e un tesserino da giornalista pubblicista nel portafogli. Permalosa e testarda, non perde occasione per “fare polemica” ed è definita dai suoi amici come una “presenza che si fa sentire, una che pensa una cosa e ne fa cento”. Cattolica, appassionata di musica e libri, adora stare in mezzo alla gente. Si è avvicinata al giornalismo nel 2008 quasi per caso e da allora non lo ha più lasciato: scriverebbe sempre (se solo glielo lasciassero fare!). Ha una insana passione per la politica e per il territorio in cui vive.