Napoli-Cagliari 3 a 0. Giudizi e voti di Pasquale Lucchese

1996

Reina: Tocca il pallone solo con piedi, regista aggiunto. Voto 6

Koulibaly: Sontuoso e si scopre anche goleador! Voto 7.5

Albiol: Di testa le prende tutte, governa la difesa con efficacia. Voto 7

Ghoulam: L’asse sinistro nel primo tempo è una catena continua, lui un ingranaggio puntuale e preciso. Voto 7.5

Hysaj: Attento in fase passiva, nella ripresa incisivo anche in quella attiva. Voto 7

Hamsik: Torna la rete e torna il vero slovacco. Voto 7.5

Allan: Non si ferma mai, recupera ed imposta. Voto 7.5

Jorginho: Gran parte del gioco azzurro parte o passa da lui. Voto 7.5

Callejon: Cragno e un pizzico di altruismo gli negano la gioia della soddisfazione personale. Voto 7

Insigne: Non gli riesce la giocata, ma offre il solito contributo di qualità e generosità. Voto 7

Mertens: L’assist per Marek che sblocca il match è da antologia, si procura e trasforma il rigore del raddoppio. Voto 7.5

Subentrati

Rog: Prima da esterno destro, poi nei tre della mediana. Voto 6

Ounas: Ci prova con una conclusione che termina di poco a lato. Voto 6

Rui: Esordio stagionale per l’ex Empoli e Roma. Voto 6

Sarri: Pratica Cagliari messa subito in discesa con un’azione divina, iniziata e conclusa da Marek passando per Dries. Dominio totale nel primo tempo, i sardi non superano la metacampo, Mertens su rigore raddoppia.

Nella ripresa il sigillo è di KK, per un quarto d’ora al San Paolo cala Il Calcio, manca la segnatura ma occhi e cuore si deliziano con tocchi e fraseggi di pura bellezza.

Alle 12:30 di una domenica di ottobre dal sapore estivo, il Napoli più completo della stagione, nell’estetica e nella capacità di imporre la sua superiorità nei singoli e nel collettivo.

Sette su sette in campionato, ora la sosta per riprendere fiato prima di un altro spezzone di gare tutte da vivere…

Arbitro: Il rigore c’è, manca qualche giallo agli isolani. Voto 6-

Cagliari: Dovrebbe raggiungere la salvezza senza patemi, per sua fortuna non incontrerà sempre il Napoli.

Pasquale Lucchese

Nato 34 anni fa a Napoli, da sempre residente a Casoria. Laureato in Storia alla Federico II, militante politico, impegnato nel mondo dell’associazionismo e del volontariato. Oltre alla storia, e alla politica, l’altra passione è il calcio, in particolare il Napoli. Il colore preferito è, ovviamente, l’Azzurro!