Paris Saint Germain vs Napoli – Giudizi e voti di Pasquale Lucchese

619

di Pasquale Lucchese

Ospina: Risponde sempre presente quando chiamato in causa. Voto 7

Koulibaly: Perde Mbappe solo nel primo intervento, poi è invalicabile. Voto 7.5

Albiol: Guida con efficacia l’intero reparto difensivo. Voto 7

Maksimovic: Non sbaglia nulla. Voto 7.5

Rui: Sfortunato in occasione dell’autorete.  Voto 6.5

Allan: Stratosferico, non si ferma mai. Voto 8.5

Hamsik: Quantità e qualità, prestazione soddisfacente. Voto 7

Ruiz: Chiude tutte le linee di passaggio ai padroni di casa, intelligenza, duttilità e tecnica. Un/terzo del gol di Mertens è suo. Voto 7.5

Callejon: Giocatore immenso, suo l’assist per la prima rete targata Napoli. Voto 7.5

Mertens: Una traversa, il gol e tanto lavoro a tutto campo. Voto 7.5

Insigne: Un pallonetto delizioso, sfiora la doppietta. Esce per un colpo al torace. Voto 7.5

Subentrati

Zielinsky: Carbura con il passare dei minuti. Voto 6.5

Milik: Voto 6

Rog: Voto 6

Ancelotti: Commentare con rabbia e delusione un 2-2 a Parigi, vs il Psg di Mbappe, Neymar, Cavani, Di Maria, Verratti, Rabiot etc… fa strano.

Il Napoli è stato follemente pazzesco: un inizio non semplice, poi il pieno controllo del match, la traversa e il capolavoro sull’asse Callejon-Insigne.
Nella ripresa il ritorno transalpino, la sfortunata autorete, la reazione e il  nuovo vantaggio, prima della beffa ‘Di Maria’ finale.

Rimane la prestazione impressionante, rimane il rammarico di due punti e di un’impresa sfuggita all’ultimo respiro, rimane la presa di coscienza delle enormi qualità, non del tutto consapevolizzate ed esplorate, presenti in questa compagine.

Ora non si commetta (noi tifosi) l’errore di capovolgere ingenuamente il pronostico: al ritorno servirà un’altra prova di coraggio e determinazione.
Gli Azzurri lo sanno.

Partenope europea c’è, ora cuore e testa al campionato.

Arbitro: Negli ultimi dieci minuti indossa la maglia parigina, rovinando una prestazione sufficiente fino a quel momento. Troppi i 5 minuti di recupero (la beffa arriva al terzo minuto). Voto 5.5

Psg: Tanti campioni, tante individualità, manca l’elemento “squadra”. Per la play-station un lusso!

Pasquale Lucchese

Nato 34 anni fa a Napoli, da sempre residente a Casoria. Laureato in Storia alla Federico II, militante politico, impegnato nel mondo dell'associazionismo e del volontariato. Oltre alla storia, e alla politica, l'altra passione è il calcio, in particolare il Napoli. Il colore preferito è, ovviamente, l'Azzurro!