“Santi e passioni”: un viaggio tra i luoghi di culto della città.

880

Chiese e istituti religiosi del centro storico saranno i protagonisti del Casoria city festival “Santi e passioni” che si svolgerà da venerdì 25 a domenica 27 maggio.

Il percorso religioso si snoderà attraverso i principali luoghi di culto casoriani, dove sono custoditi immensi tesori e pregiatissime opere d’arte, che per i tre giorni della manifestazione resteranno aperti al pubblico fino alle ore 21.

La Chiesa di San Benedetto
Il crocifisso della Chiesa di Santa Maria delle grazie.

I cittadini avranno la possibilità di ammirare i dipinti del Vaccaro e del Martino nella storica Basilica di San Mauro Abate che ospita il famoso organo ligneo dorato costruito dal Comune di Casoria nel 1760, visitare il Santuario di San Benedetto con gli stucchi e le decorazioni del tardo barocco ed un trittico di San Cirillo risalente al 1740,  camminare tra le navate in stile gotico della Chiesa del SS. Sacramento, che ospita il corpo di Santa Maria Cristina Brando ed è sovrastata da un imponente  rosone di vetri policromi, o nella navata singola della Chiesa di Santa Maria delle grazie, che presene un pregevole coro ligneo e stucchi roccocò dell’annessa congrega del Rosario.  Sarà inoltre possibile visitare la Cappella dell’istituto delle suore elisabettiane bigie dedicata al fraticello  San Ludovico da Casoria, il San Francesco dell’800.

Un particolare dell’altare della Chiesa del SS. Sacramento.

Grazie al coinvolgimento del Museo Cam di Casoria, le Chiese e gli istituti religiosi ospiteranno nei prossimi giorni una serie di mostre di arte contemporanea, con esposizioni di opere di artisti internazionali. Lo stesso Museo Cam, fiore all’occhiello della città, resterà aperto durante la manifestazione e l’ingresso sarà gratuito.

Chiesa di San Ludovico da Casoria.

Il Casoria city festival, grazie all’interazione tra istituzioni politiche e religiose, vuole rappresentare una importante occasione di riscoperta e valorizzazione del patrimonio tangibile ed intangibile che la città è in grado di offrire, patrimonio che troppo spesso è bistrattato e poco apprezzato dagli stessi cittadini.

Casoria è una città che ha una tradizione storia, religiosa e culturale molto radicata ed un percorso dedicato ai Santi  è l’occasione giusta per favorire la conoscenza dei luoghi e dei personaggi che hanno fatto la storia del nostro territorio. L’obiettivo è che questo evento  diventi un appuntamento fisso delle estati casoriane e che veda la partecipazione anche di cittadini e visitatori dei comuni limitrofi.

Gilda Longhi

Classe ’85, una laurea specialistica in Economia e gestione delle imprese nel cassetto e un tesserino da giornalista pubblicista nel portafogli. Permalosa e testarda, non perde occasione per “fare polemica” ed è definita dai suoi amici come una “presenza che si fa sentire, una che pensa una cosa e ne fa cento”. Cattolica, appassionata di musica e libri, adora stare in mezzo alla gente. Si è avvicinata al giornalismo nel 2008 quasi per caso e da allora non lo ha più lasciato: scriverebbe sempre (se solo glielo lasciassero fare!). Ha una insana passione per la politica e per il territorio in cui vive.