Smart Straw. La cannuccia antistupro

477

di Simona Barra

Smart Straw è la cannuccia per rilevare la presenza di stupefacenti nei drink.

L’idea imprenditoriale porta il nome di tre studentesse di Miami – Victoria Roca, Susana Cappello e Carolina Baigorri – che hanno ideato un modo per scoprire la presenza di Ketamina, Ghb, Flunitrazepam e altre droghe simili.

Il progetto partito qualche tempo fa sembra abbia trovato la piena realizzazione.

Lo stesso è nato alla Gulliver Preparatory School durante un laboratorio d’impresa vincendo il primo premio.

In attesa del brevetto finanzieranno la loro idea attraverso il crowdfunding.

La cannuccia prevede due test antidroga e si colora di blu in presenza di una delle sostanze più utilizzate prima di una violenza sessuale.

Nel 2013 un team di ricercatori israeliani aveva prodotto una cannuccia simile che però rilevava soltanto due tipologie di sostanze, Ketamina e Ghb diventando rossa.

Invece la cannuccia intelligente delle tre studentesse è programmata per rilevare le sostanze più comuni.

Il nostro obiettivo è ispirare i giovani a pensare come imprenditori e accrescere la consapevolezza sugli stupri» scrivono online

Simona Barra

Simona Barra nasce a San Giorgio a Cremano 22 anni fa. Ha studiato al liceo classico Garibaldi di Napoli e ora frequenta la facoltà di Giurisprudenza presso la Federico II. Appassionata di cinema, musica, libri e sport ha iniziato quest'anno la collaborazione con il Domenicale News.