Napoli – Udinese 3 a 0. Pagelle e giudizi di Pasquale Lucchese

Condividi su

Reina: Nel finale sventa il tentativo di autorete di Callejon, lasciando immacolata la sua porta per la seconda giornata consecutiva. Voto 6+
Albiol – Koulibaly: Un solo errore e il palo ci grazia. Tengono a bada il ‘nostro’ Zapata, limitando l’intero reparto offensivo friulano. Voto 6.5 – 6.5
Hysaj – Strinic: Buona la prestazione dell’albanese in fase passiva, eccellente quella del croato che difende e spinge con continuità. Voto 6.5 – 7
Allan: Primo tempo sottotono, sale in cattedra nella ripresa regalandosi la gioia personale contro la sua ex società. Voto 7
Hamsik: Qualche piccolo passaggio a vuoto per una gara da solito trascinatore. L’invenzione per Insigne nell’azione che vale il 3-0 è pura essenza calcistica e vale da sola mezzo punto. Voto 7
Jorginho: Il migliore degli azzurri, tocca tanti palloni dando equilibrio ai partenopei e non disdegna verticalizzazioni letali per la retroguardia ospite come in occasione della rete di Mertens. Voto 7.5
Mertens: Sblocca la gara mettendola in discesa. Nel primo tempo sbatte contro la fisica difesa dell’Udinese, nella ripresa preferisce allargarsi per trovare più spazio. Voto 7
Insigne: Non segna ma offre il suo prezioso contributo anche in fase di non possesso. Voto 6.5
Callejon: Anche lui in doppia cifra in campionato, moto perpetuo ed instancabile. Voto 7
Subentrati:
Rog – Zielinsky – Milik: Entrano a partita ‘risolta’ ma ci mettono abnegazione e voglia. Voto 6+
Sarri: Conferma l’undici che ha sbancato Roma sponda laziale. Primo tempo di pieno controllo del match, il fortino bianconero resiste e sembra non dare segni di cedimento per un Napoli che palleggia ma non sfonda.
La ripresa si apre con la rete di Mertens su giocata di Jorginho, partita sbloccata ed Udinese costretta a superare la metacampo. Il palo ferma Zapata, sull’azione successiva il Napoli raddoppia e chiude la contesa.
Libero dall’assillo del risultato, gli azzurri possono esprimere il loro potenziale ed eseguire i dettami del mister, trovando anche la terza marcatura.
Terzo posto ancor più blindato, seconda posizione avvicinata: questa rosa, il cui valore è esaltato dalla guida tattica di Sarri, può puntare all’obiettivo massimo.
Arbitro: Fischia poco, nel finale grazia Koulibaly che meriterebbe il giallo. Voto 6-
Udinese: Una delle tante squadre appartenenti al limbo della A. Formazione ostica non facile da affrontare.

Nato 34 anni fa a Napoli, da sempre residente a Casoria. Laureato in Storia alla Federico II, militante politico, impegnato nel mondo dell'associazionismo e del volontariato. Oltre alla storia, e alla politica, l'altra passione è il calcio, in particolare il Napoli. Il colore preferito è, ovviamente, l'Azzurro!