Renzi…caro Renzi!

Condividi su
Share

Caro Renzi,
quando sei entrato nella scena politica mi sei piaciuto: faccia pulita, idee chiare, propositivo e pieno di energie. Con immenso rammarico, dopo poco tempo che hai iniziato a governare, mi sono resa conto che quella tua faccia pulita era in realtà una faccia da tonto e quelle tue idee chiare valevano solo per imporre leggi e situazioni a tuo comodo.

Sembrava che volessi dare una svolta al mondo della scuola, sembrava! La tua riforma della ‘Buona scuola’ – un solo articolo e 212 commi- predisposta così , con un solo articolo- è stata una pura follia legislativa, perché volevi solo vedere accettata la legge in un giro di orologio (senza se e senza ma da parte del Governo).

Ti sei fatto firmare nove deleghe in bianco da redigere, poi, a distanza senza farci sapere intenti e procedure. È come se ti fossi fatto un assegno in bianco non trasferibile, senza farci sapere quanto sarebbe costata cara la tua riforma. Hai deciso poi di eliminare la graduatoria permanente … che ‘permaneva’ da oltre un ventennio. Ma come lo hai fatto? In maniera arbitraria, con un fare da sciacallo: hai reclutato tutti… anche chi non è mai entrato in un’aula negli ultimi vent’anni, come tua moglie del resto!

E poi hai sfasciato le famiglie: donne costrette a girare l’Italia con figli e famiglie lasciati a se stessi …tutti in giro per l’Italia, tranne tua moglie. Hai affidato il reclutamento ad un algoritmo, di cui non hai saputo spiegare i criteri, neanche alla Commissione Europea, sollecitata dai tanti ricorsi.

Ci hai portato sulla strada della formazione continua e permanente dandoci 500 euro all’anno, ma non hai creato vincoli e procedure serie; così c’è stato chi ha preso una laurea all’estero e non ha potuto usufruire del bonus e poi, invece, chi ha usufruito di tutta la somma comprando il frigorifero da Euronics .

Un bonus che in realtà è stato un malus per l’economia italiana. Ma non era meglio che miglioravi gli ambienti scolastici che sono fatiscenti? Per non parlare del merito: una quota in danaro per i docenti meritevoli. Ma chi sono i meritevoli? Un comitato stabilisce dei criteri per discernere docenti di seria A e B ( e questo è già molto discutibile) ed in effetti, secondo alcuni criteri, ci si ritrova magari con un mese di assenza per un intervento chirurgico ed il bonus non puoi più averlo; come se l’assenza rendesse un docente meno preparato e competente.

Insomma , Renzi caro, ho sentito il bisogno di scriverti una lettera aperta perché mi sembri incredulo della tua disfatta. Beh! Torna con la mente alle disparità della tua riforma tra aspiranti Ds del 2004 e 2006 con quelli del 2011; torna alla tua pagliacciata della formazione permanente ed al Ministro con il diplomino di Scuola Magistrale che la rappresenta; torna alla tua chiusura mentale ai tavoli di trattativa che mille volte hanno richiesto i sindacati e …tu ci hai risposto ‘picche’.

Torna a casa MILLANTATORE!!! Le tue menzogne iperboliche e le tue clamorose esagerazioni sulla Buona Scuola ce le siamo tolte dalle scatole… ora abbiamo da fare, dobbiamo cominciare la ricostruzione ! E che Dio ci aiuti…

Angela Cascella

Interessata alla Letteratura e con una forte passione per la scrittura, Angela si è laureata dapprima in Lettere Moderne e poi in Giornalismo. Non appena ha iniziato a lavorare, a 21 anni, è stata organizzatrice di eventi; poi ha lavorato nei Beni Culturali presso i maggiori musei campani; da 16 anni è Docente di ruolo. Ha sempre inseguito il suo sogno di scrivere. Si è cimentata in racconti, poesie, scritti diaristici, scritti personali; ha collaborato alla stesura di tesi e testi letterari. Ha pubblicato svariate poesie con la casa editrice Pagine. E' stata curatrice letteraria di due libri:” lI lato oscuro dell’Amore”(Storie di Stalking) e “Usi e costumi della Costiera Amalfitana” . Ama il sole ed il mare. Ama il teatro ed il cinema. Ama cantare. Ama viaggiare, anche con la mente. Soprattutto...Ama Amare.