NAPOLI COMICON: SVELATE LE COPERTINE DEI PRIMI DUE NUMERI DI BATTAGLIA

Condividi su
Share

Sono state svelate le copertine e i rispettivi titoli dei primi due numeri di “Battaglia”, nuova miniserie edita in quattro numeri e in formato pocket dall’Editoriale Cosmo. La stesura dei soggetti e la supervisione è affidata a Roberto Recchioni (creatore di John Doe, Orfani e attuale curatore di Dylan Dog), le copertine invece saranno opera di Leomacs, disegnatore in passato in forze all’Eura Editoriale e ora facente parte della scuderia della Sergio Bonelli Editore sulla loro testata principale: “Tex”.

max jrPer confezionare questa miniserie, Recchioni e Leomacs si sono affidati a leve giovani, ma di comprovata esperienza e capacità, infatti avremo Michele Monteleone, Giulio Antonio Gualtieri, Giovanni Masi e Stefano Marsiglia ai testi, Fabrizio Des Dorides, Ryan Lovelock, Francesco Francini e Riccardo La Bella ai disegni.

Il primo numero uscirà in anteprima al Napoli Comicon e sarà intitolato “La figlia del capo” (Monteleone, des Dorides), il secondo numero invece si intitolerà “La lunga notte della repubblica” (Gualtieri, Lovelock

Pietro Battaglia, il vampiro protagonista delle storie, non è al suo esordio editoriale, infatti fu pubblicato dalla Factory ed è stato ristampato nel 2014 dall’Editoriale Cosmo che poi ha deciso di varare questa miniserie; Pietro potrà muoversi lungo gli anni più bui della nostra storia, infatti, la cornice storica sin dagli esordi del personaggio ha sempre rivestito un ruolo importante.

maxjrCome detto “Battaglia” sarà in formato pocket per 128 pagine a 2,90 euro, non ci resta che aspettare e vedere se la miniserie saprà conquistare il favore dei lettori, del resto non ci sarà da attendere molto, il Napoli Comicon è vicinissimo!

 

Maura Messina

Maura Messina, art-designer napoletana, classe 1985. Da sempre sensibile alle tematiche ambientali, in particolare al dramma della terra dei fuochi. Dal 2014 collabora con varie testate giornalistiche. Autrice del libro illustrato autobiografico “Diario di una kemionauta” e del romanzo distopico “4891 la speranza del viaggio”, editi da Homo Scrivens. Ha partecipato a numerose mostre d’arte come pittrice. Il suo motto è: per cambiare il mondo basta napoletanizzarlo.