Project Gutenberg, la più imponente biblioteca di internet temporaneamente interdetta all’accesso

Condividi su
Share

di Alessandro D’Orazio

Il Project Gutenberg, operante dagli USA, è uno storico riferimento online per la distribuzione in rete di libri di pubblico dominio. Questa iniziativa globale mira infatti a creare una biblioteca di versioni elettroniche di libri non più coperti da diritto d’autore o da copyright per renderli universalmente fruibili. Il sito è però recentemente finito sotto la lente di ingrandimento della giustizia italiana, la quale avrebbe inserito il sito del Project Gutenberg nella lista dei portali che “a fine di lucro (costituito dalla cessione dei dati personali a fine di pubblicità) distribuivano, trasmettevano e diffondevano in formato pdf, riviste, giornali e libri (beni tutelati da diritto d’autore), dopo aver acquisito illecitamente numerosissimi files informatici con il relativo contenuto […]”.

Allo stato attuale la pagina del sito è stata per questa ragione temporaneamente bloccata, tanto che alcuni visitatori in fase di accesso hanno riscontrato un filtro a livello di DNS in grado di interdire l’utilizzo della piattaforma. A tal riguardo va precisato che nelle ultime settimane sono state molte le iniziative degli organi giudiziari italiani in difesa del copyright. Un esempio degno di nota è rappresentato dalla chiusura di numerosi canali Telegram accusati di diffondere materiale protetto dal diritto d’autore.

Al di là delle vicende giudiziarie in corso, il Project Gutenberg è reputato uno dei progetti migliori che internet abbia mai reso possibile: decine di migliaia sono stati infatti i documenti catalogati e liberalmente accessibili ai fruitori della rete. Il sito è risultato essere una innovazione culturale in grado di migliorare in modo sensibile l’approccio degli utenti del web al mondo del sapere. Per qualunque appassionato di letteratura Gutenberg è, da quando esiste, un posto sicuro dove poter reperire i grandi classici della letteratura, ma anche testi sconosciuti da leggere ed approfondire.

Nonostante le attività investigative stiano proseguendo a ritmi serrati, non è ipotesi opinabile quella secondo cui sul sito del Progetto Gutenberg siano state caricate (l’intenzionalità è tutta da verificare) opere in Italia protette ancora dal diritto d’autore. L’unica cosa certa è che per ora il CEO del Project Gutenberg Gregory B. Newby non ha fornito spiegazioni in merito, nell’attesa di conoscere maggiori e più dettagliati contorni sulla vicenda.

Alessandro D'Orazio

Classe 1992. Una laurea in Giurisprudenza ed una in Operatore giuridico d’impresa. Nel mezzo l’azione: paracadutista, sommozzatore e pilota d’aerei. Classicista convinto, quanto Cattolico. Appassionato di viaggi, lettura e scrittura. Un’esistenza volta alla costante ricerca delle tre idee che reggono il mondo: il Bene, la Giustizia e la Bellezza. Senza mai perdere di vista la base di ogni cosa: l’Umanità. Se fosse nato sostantivo, sarebbe stato il greco aretè e cioè, la disposizione d’animo di una persona nell’assolvere bene il proprio compito. La frase che lo descrive: “Darsi una forma, creare in se stessi un ordine e una dirittura”. Il tutto allietato da un bel dipinto di Giovanni da Fiesole.