QUELLO CHE LE DONNE …DICONO !

Condividi su

Il presidente francese Hollande è un uomo dall’aspetto un po’ sornione, non un Adone certamente, ma quello che è sicuro è che è un furbacchione. Perché? Delle tre donne che lo hanno accompagnato nell’ultimo trentennio non ne ha sposato neanche una; né la madre dei suoi quattro figli , attuale ministro del governo, Sègolene Royal, donna tanto affascinante quanto intelligente, né la seconda, Valerie Trierweiler, amica di Sègolene, alla quale ha “rubato” il compagno. Infine la stupenda attrice francese Julie Gayet, della quale sembra essersi irrimediabilmente innamorato. Ma guarda che ti combina un uomo occhialuto e dall’aspetto rassicurante. Quando si dice “acqua cheta”…

Sta di fatto che l’ineffabile presidente non è tenuto a pagare gli alimenti; forse per questo motivo l’ex “ prèmiere dame”Valerie ha pubblicato un libro al vetriolo “Merci pour ce moment” in cui tratteggia alcuni aspetti inediti del suo ex compagno, le sue rivelazioni hanno portato il gradimento del presidente ai minimi storici, quasi un colpo di stato tutto al femminile, e le donne quando vogliono colpire duro lo fanno con grande maestria.

Le accuse principali sono inerenti al linguaggio presidenziale poco “ politically correct” ; Hollande chiama i poveri “ sdentati “ manifestando grande insofferenza nei loro confronti, partecipa a tutte le cene di lusso a cui è invitato, ostenta un abbigliamento firmato e costoso, ed altri atteggiamenti non propriamente coerenti con la sua estrazione politica di sinistra. MI viene in mente tutta la polemica, inutile e pretestuosa , sui maglioncini di cachemire di Bertinotti e sulla barca a vela di D’Alema…

Sembra, quindi, più una vendetta contro il politico che contro colui che l’ha messa fuori dalla sua vita per una donna più giovane. “ Chi di spada ferisce, di spada perisce”; M.me Trierweiler era la migliore amica di Sègolene Royal e non si è fatta troppi scrupoli quando le ha portato via il compagno.

A questo punto, al di là delle tifoserie politiche, una domanda sorge spontanea : Ma quale attendibilità possono avere le “confessioni” di una donna tradita ed umiliata, che nel futuro non percepirà neanche gli alimenti?” Non giudico l’azione politica di Hollande in Francia, ma so che il presidente non è mai stato inquisito, non è corrotto, dedica tutto il suo tempo alla politica , ed in questo momento in Francia si rischia una crisi di governo per un libro di rivelazioni che manda tutto all’aria e che può destabilizzare una nazione.

Basta quindi un libro in cui si parla di frasi dette nell’intimità, di giudizi espressi in momenti di confidenza per sfasciare anni di militanza caratterizzata per lo meno da un particolare non trascurabile: Hollande non ha mai rubato e non è corrotto…

Alcuni librai francesi, non la maggioranza, si sono rifiutati di vendere il libro per una questione di etica professionale, giustificando così il loro no : “ Non laviamo i panni sporchi della TRierweiler”. Il libro è considerato “ spazzatura”, va bene per gli amanti del voyeurismo, sono raccontati anche aspetti della vita di coppia legati al sesso e alle abitudini erotiche dell’inquilino dell’Eliseo.

Le donne ,quando vogliono, sono più mute di una tomba, ma quando decidono di parlare sanno colpire in maniera spietata!

Gelsomina D'Anna

Tra scuola e fantasia, tra giovani e ricordi, tra innovazione e tradizione, tra torto e ragione, il cammino e le riflessioni di una donna sempiternamente alla ricerca della verità.