Un “assaggio di solidarietà”

Condividi su
Share

Metti una sera a cena con la bontà,ma se la bontà non fosse solo da mangiare…?

Venerdì 27 marzo a partire dalle 20 una vera e propria gara di solidarietà del gusto si scatenerà in città.

Dodici tra i più rinomati ristoranti partenopei, diversi per stile, tradizione, storia, cucina, clientela, saranno uniti da un solo intento: contribuire ai progetti benefici proposti dalla Fondazione Santobono Pausilipon.

Un normale venerdì sera a cena fuori per te, significherà un assaggio di solidarietà per la Fondazione; potrai scegliere tra le prelibatezze proposte da Terrazze Calabritto, Jap One, L’altro Coco Loco, Sorbillo, Il Faretto, Cicciotto, Don Ernesto, La stanza del gusto, Il Miracolo dei Pesci, I Re di Napoli o Il Lazzaretto.
Scegli cosa gustare venerdì 27 marzo e fare beneficenza sarà semplice come mangiare un boccone in compagnia.

Al Faretto, Antonio e Antonio, Cicciotto, Don Ernesto, I Re Di Napoli, Il Lazzaretto, Il miracolo Dei Pesci, Jap One, L’Altro Coco Loco, La Stanza Del Gusto, Sorbillo, Terrazza Calabritto, mettono a disposizione i loro menù di sogno per raccogliere fondi: c’è più gusto nel donare, e anche nel cenare, se sai che i tuoi soldi saranno spesi per una migliore qualità della vita dei piccoli pazienti e delle loro famiglie.

L’incasso della serata sarà devoluto alla Fondazione Santobono Pausilipon che da anni affianca l’Azienda Ospedaliera pediatrica Santobono Pausilipon nelle attività assistenziali, nello sviluppo di progetti di formazione e ricerca di rilievo internazionale, nel promuovere iniziative sociali a favore dei bambini e delle loro famiglie.

Per informazioni: Laura Catapano 3381577893

Pagina Facebook: Metti una sera a cena….

Il Domenicale News

Il "Domenicale News" fondato e diretto da Pasquale D'Anna nel 2011, nasce dall'idea e dai bisogni di un gruppo di persone che attraverso il giornale e l'Associazione culturale Kasauri, editrice dello stesso, concretizzano la voglia e l'aspirazione di un desiderio di informazione libera, indipendente e generalista. Resta immutata la volontà di rivolgerci ad un pubblico che dalle idee è incuriosito perchè "Il Domenicale" è soprattutto frutto di una idea.