Maturità 2019: al via il secondo giorno con il debutto della prova doppia

Condividi su
Share

di Alessandro D’Orazio

 

È iniziata stamattina alle ore 8:30 la seconda prova scritta dell’esame di maturità 2019 per circa 520 mila maturandi, con il debutto assoluto della cosiddetta “prova doppia”. Al Liceo Classico hanno fatto la loro comparsa gli autori Tacito e Plutarco; nello specifico, la versione di latino e il testo greco hanno trattato la figura dell’imperatore romano Galba. La prima è stata estrapolata dalle Historiae di Tacito, il secondo invece da Vita di Galba di Plutarco (Vite Parallele). 

Per lo Scientifico (elaborato di matematica e fisica) la prova ha previsto invece la soluzione di un problema a scelta tra due proposte e la risposta a quattro quesiti tra gli otto complessivi. Uno dei problemi afferiva la Circuitazione del campo magnetico, chiedendo ai candidati di sviluppare la formula che descrive il campo magnetico all’interno di un condensatore. L’altro problema, invece, è stato un classico studio di funzione.  

Dall’autoritratto al selfie la traccia per i maturandi dell’artistico (indirizzo arti figurative plastico scultoreo); la luna e l’anniversario dello sbarco del 1969 quella per gli stessi istituti con indirizzo audiovisivo e multimediale. Per Scienze Umane, la traccia è partita dai testi tratti da “Lettera a una professoressa”, libro del 1967 scritto da alcuni ragazzi della scuola di Barbiana, sotto la supervisione di don Lorenzo Milani e “Storia della scuola” di Saverio Santamaita.

I quattro rischi del business e il conto economico di Alfa Spa dal quale emerga il miglioramento del risultato economico e del rischio di credito, sono stati infine i contenuti nella seconda prova di Economia aziendale, a cui sono seguiti una serie di quesiti: il candidato ha dovuto sceglierne due. 

Nel corso della prova il Miur ha pubblicato il codice del plico telematico sul proprio sito e sui profili social. Le commissioni d’Esame coinvolte quest’anno sono risultate 13.161 per complessive 26.188 classi. I candidati iscritti alla Maturità sono invece 520.263, di cui 502.607 interni e 17.656 esterni con un tasso di ammissione all’esame di Stato pari al 96,3%.

Alessandro D'Orazio

Classe 1992. Una laurea in Giurisprudenza ed una in Operatore giuridico d’impresa. Nel mezzo l’azione: paracadutista, sommozzatore e pilota d’aerei. Classicista convinto, quanto Cattolico. Appassionato di viaggi, lettura e scrittura. Un’esistenza volta alla costante ricerca delle tre idee che reggono il mondo: il Bene, la Giustizia e la Bellezza. Senza mai perdere di vista la base di ogni cosa: l’Umanità. Se fosse nato sostantivo, sarebbe stato il greco aretè e cioè, la disposizione d’animo di una persona nell’assolvere bene il proprio compito. La frase che lo descrive: “Darsi una forma, creare in se stessi un ordine e una dirittura”. Il tutto allietato da un bel dipinto di Giovanni da Fiesole.