8 marzo insieme: il distretto sanitario 43 e la comunità. Il programma.

Condividi su
Share

In occasione dell’8 Marzo, festa della Donna, il distretto sanitario 43 di Casoria ha organizzato una giornata di incontro- studio dal titolo ” Il distretto e la comunità: creatività e inclusione”. Un evento aperto a tutti e che coinvolge dai più piccoli ai più grandi, una giornata in cui le donne parleranno di  sè, si racconteranno e si confronteranno. Saranno a disposizione diversi professionisti del consultorio per affrontare tematiche relative alla prevenzione per la salute psico- fisica e per discutere del delicatissimo tema della violenza contro le donne.

Di seguito il programma completo dell’iniziativa:

Ore 9.00 -Accoglienza nel cortile del distretto 43 per guardare insieme le immagini delle donne nella storia e riflettere sulla nostra storia
Ore 10.00 –Magia e musica per emozionarci…
Ore 11.00 -dalla parte delle bambine –coloriamo, scriviamo e facciamo volare in alto i nostri pensieri contro la violenza
Ore 11.30 – Le donne parlano di sé… lasciamo sui fogli i nostri pensieri, liberiamo la nostra creatività
Ore 12.00 – Sala Convegni – Donne a confronto tra esperienze e arte
Coffee Break
Ore 13.00 –Interculturalità -tradizioni e culture a confronto –

Dalle ore 9.00 gruppi tematici con i professionisti del Consultorio.  Si parlerà di:
• Prevenzione per la salute fisica (mammografia,pap-test, vaccinazione anti HPV)
• Prevenzione per la salute psichica (adolescenza, maternità consapevole, menopausa)
• Contro la solitudine della terza età
• Prevenzione della violenza sulle donne (femminicidio, camorra, veleni, guerre, povertà)

Gilda Longhi

Classe ’85, una laurea specialistica in Economia e gestione delle imprese nel cassetto e un tesserino da giornalista pubblicista nel portafogli. Permalosa e testarda, non perde occasione per “fare polemica” ed è definita dai suoi amici come una “presenza che si fa sentire, una che pensa una cosa e ne fa cento”. Cattolica, appassionata di musica e libri, adora stare in mezzo alla gente. Si è avvicinata al giornalismo nel 2008 quasi per caso e da allora non lo ha più lasciato: scriverebbe sempre (se solo glielo lasciassero fare!). Ha una insana passione per la politica e per il territorio in cui vive.