Perchè sottostare a chi mette a disposizione gli idrocarburi per vivere bene?

Condividi su
Share

Sicurezza ambientale e difesa delle risorse naturali di importanza strategica di superficie in relazione alle attività petrolifere: per vivere con tutti i comfort bisogna necessariamente sottostare a coloro che mettono a disposizione gli idrocarburi?

Le mie note circa la sicurezza ambientale e la difesa delle risorse naturali di importanza strategica di superficie in relazione alle attività petrolifere,come è ovvio, sta suscitando accesi contrasti, specialmente sul sito geologi.it, da parte di un gruppetto di professionisti molto bravi, tecnicamente preparati che spensieratamente e solo per aiutare gli ignoranti cittadini si oppongono sistematicamente usando anche toni accesi che ispirano la rissa, cercando di indirizzare “correttamente” gli sprovveduti lettori.
Guarda caso la loro difesa porta sempre verso una unica direzione: a favore delle attività petrolifere!
Naturalmente sarà un caso!
Chi si vuole documentare può leggere i commenti alle mie note su geologi.it, il sito dei geologi italiani.
Propongo questo mio commento che sintetizza quanto emerso finora dai dibattiti.
Faccio anche i nomi dei più accesi interlocutori, tanto i loro nomi sono pubblici sul sito geologi.it.

Ecco di seguito di chi si devono fidare i cittadini, professionisti spensierati senza conflitti d’interesse, sempre a disposizione, pronti a raccontare la verità senza alcuna influenza “esterna”, veri benefattori degli ignoranti cittadini! Benetti, Bonaga, Grecchi, Rossi, Mucciarelli e qualcun altro come Vecchia.
Invito i cittadini a recuperare il tempo perso correndo dietro a falsi esperti che usano l’automobile, il computer e “consumano” idrocarburi invece di andare a piedi, di comunicare per lettera, di cuocere con il fuoco a legna: pendete dalle labbra di Benetti, Bonaga, Grecchi, Rossi, Mucciarelli e qualcun altro e saprete quello che troverete!
Gli infiltrati, i venditori di “bufale” e gli “scienziati” filopetrolieri a tutti i costi stanno da un’altra parte, sia ben chiaro!
Volete andare in auto, usare il gas in cucina, il computer ecc?
Allora dovete fidarvi a occhi chiusi di tutto quello che fanno i petrolieri e i loro amici che pensano solo al vostro bene.
Se ci scappa qualche guaio dove non doveva succedere, un incidente dove non avrebbe dovuto, è sempre per il vostro bene.
Non hanno bisogno di guardiani, di controllori.
Pensano a tutto loro!
Lasciateli fare, non siate sospettosi, garantiscono loro e i loro esperti e i loro uomini che voi avete eletto come vostri difensori.
Pendete dalle loro labbra e saprete quello che troverete!
Lasciate che facciano i loro affari commerciali e ogni tanto, come diceva Totò, vi faranno dei servizi che non dimenticherete!
Nella civiltà attuale gli incidenti sono inevitabili: uno in più o uno in meno, che importa?
I “falsi profeti” che si battono per una maggiore sicurezza, per la conservazione delle risorse di superficie come il suolo, l’acqua potabile, l’aria pulita sono “infiltrati”, sono alieni! Non sanno che per vivere con tutti i comfort bisogna sottostare a coloro che mettono a disposizione gli idrocarburi?
Fate capire che voi state con Benetti, Bonaga, Grecchi, Rossi, Mucciarelli e qualcun altro! Fatelo, per favore, stanno soffrendo tropppo!

Franco Ortolani

Ordinario di Geologia, attualmente a riposo, docente del Master in Pianificazione comunale presso l'Università Federico II di Napoli, Associato all'istituto CNR-ISAFOM. Ambiente e uomo, che fa l'uomo sull'ambiente, che fa l'ambiente sull'uomo i settori di interesse.