“SURVIVAL- PRIMO FESTIVAL DI ARTE CONTEMPORANEA” al C.A.M. di Casoria.

Condividi su
Share

 

E’ stato inaugurato venerdì 23 e proseguirà fino al 30 settembre al Museo CAM di Casoria  “SURVIVAL”, il Primo Festival di Arte Contemporanea a cura dell’artista e direttore del Museo Antonio Manfredi. Il festival ha come tema la sopravvivenza dell’arte contemporanea nella società di oggi, così capitalizzata e spersonalizzante,  ed il ricco programma, autogestito dagli artisti, prevede numerose performance artistiche live, musica, incontri e workshop d’autore.

 “Dove va l’arte contemporanea oggi?”, “Quale  è il ruolo dell’artista?”, “E’ ancora possibile la sopravvivenza dell’arte così come la conosciamo, nella società della mercificazione capitalistica?”, questi alcuni degli interrogativi ai quali i 90  artisti, provenienti da tutto il mondo, si propongono di dare una risposta, cimentandosi in un grandioso esperimento visivo e mediatico. Più di 200  le opere, che spaziano dalla pittura alla scultura, dalla fotografia alla musica.

naplesAncora una volta il Cam, eccellenza dell’arte contemporanea nella nostra Regione, pone all’attenzione dei visitatori un tema scottante, dai toni irriverenti e polemici, quello del valore e della posizione dell’artista vero nel mondo di oggi, cosi frenetico e che dà cosi poco spazio all’arte e alla cultura. Da qui il titolo “Survival”, come il disco di Bob Marley con la cover tappezzata di bandiere dell’Africa.

Il Museo è nato nel 2005  con la volontà di divenire polo culturale, laboratorio sperimentale, ma soprattutto punto di riferimento per un’arte contemporanea universale e dal contesto aperto.  Una struttura, quella del CAM,  all’avanguardia e dotata di un enorme patrimonio artistico, che nel corso degli anni, pur essendo sempre più apprezzata nel mondo è stata troppo spesso “dimenticata” dalle istituzioni nostrane. Sono note a tutti le manifestazioni di protesta ideate dal poliedrico Direttore Manfredi, che qualche anno fa ha lanciato una campagna provocatoria durante la quale gli artisti hanno bruciato le proprie opere, e, sentitosi abbandonato dalle istituzioni locali e nazionali,  ha chiesto asilo culturale allo stato tedesco.

Per tutta la settimana, i cittadini casoriani ( e non ) avranno la grande opportunità di visitare “Survival”, di ammirare le opere esposte e di immergersi in una atmosfera unica nel suo genere come quella che il Cam sa offrire. Non lasciatevi scappare questa occasione!

ARTISTI
Joyce Cutler-Shaw USA Chris Herdel CZECH REPUBLIC Associazione Kairos ITALY Maria Buchner AUSTRALIA Gabriel Brojboiu ROMANIA Raffaele Boemio ITALY Elisabeth Rass AUSTRIA Dell’Aversana & Varavallo ITALY Ruth Bianco MALTA Marion Albrecht GERMANY Jean-Francois Jeans BELGIUM Wanda Zenga ITALY Herwig Maria Stark AUSTRIA Raffaella Nocera ITALY Emel Altug TURKEY Helga Gasser AUSTRIA Azzeddine Ketta MOROCCO Giuseppe Gargiulo ITALY Lino Vairetti ITALY Muhip Süeltürk TURKEY Peppe Esposito ITALY Esin Kügüktatil TURKEY Derya Avci TURKEY Loredana Raciti ITALY Giovanni Ruggiero ITALY Luigi Cola ITALY Burhan Ahmeti MACEDONIA Lello Bavenni ITALY Muhamet Ahmeti Metis KOSOVO Elzbieta Manzin/Elixbarton ITALY Alma Idrizi MACEDONIA John Brown WALES Giovanni Mangarano ITALY Refki Gollopeni KOSOVO Sonia Riccio ITALY Giuseppe Pennone ITALY Vittorio Fava ITALY Veronica Rastelli ITALY Mario Santangelo/Masan ITALY Paola Adamo ITALY Laila Laalej MOROCCO Luca Esposito ITALY Giorgio Scotti ITALY Norka Kunst BELGIUM Pasquale Petrucci ITALY Abdelilah Khamlichi MOROCCO Pina Candileno ITALY Marisa Traettino ITALY Khadija El Farouki MOROCCO Johnny Alexandre Abbate ITALY Diego D. Testolin ITALY Giulio Calandro ITALY Delia Ferreri ITALY Giuseppe D’Errico ITALY Michele Caltagirone ITALY Waleed Tamimi JORDAN Angelo Gabriele Fierro ITALY Mariapia Saccone ITALY Zeina Rammal LEBANON Maurizio Esposito ITALY Laila Salmi MOROCCO Patrizia Gargiulo/PattyG ITALY Ermelinda Ponticiello ITALY Agostino Saviano ITALY Antonio Costanzo ITALY Rosario Miranda ITALY Ersilia Valentino ITALY Fausto Rullo ITALY Luciano Campitelli ITALY Mustafa Cevat Atalay TURKEY Şefkat İşlegen TURKEY Mary Haddad LEBANON Asmaa Belkheiri MOROCCO Ostraka Group: Mohamed Hemida EGYPT Nagi Alahi KUWAIT Ibrahim Khalfan QATAR Zakia Zada BAHRAIN Maha Alsweloum SAUDI ARABIA Mazen Almaamari OMAN Hend Abd Elrahman EGYPT Bashair Al Oqayli SAUDI ARABIA Yousef Al Sada QATAR Samir Abdelfadil EGYPT Reem Nafea AL Obaidla QATAR Hasan Al Hadad QATAR Mounira Almeer QATAR Mona Kfuory LEBANON Maryam Al Waheebi OMAN Halima AL Baalushi OMAN

Gilda Longhi

Classe ’85, una laurea specialistica in Economia e gestione delle imprese nel cassetto e un tesserino da giornalista pubblicista nel portafogli. Permalosa e testarda, non perde occasione per “fare polemica” ed è definita dai suoi amici come una “presenza che si fa sentire, una che pensa una cosa e ne fa cento”. Cattolica, appassionata di musica e libri, adora stare in mezzo alla gente. Si è avvicinata al giornalismo nel 2008 quasi per caso e da allora non lo ha più lasciato: scriverebbe sempre (se solo glielo lasciassero fare!). Ha una insana passione per la politica e per il territorio in cui vive.