Al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, la presentazione della raccolta di racconti “Il cane di fuoco” di Massimo Andrei, edita da Colonnese

Condividi su
Share

La redazione

Si tiene giovedì 17 settembre 2020 h. 17:00, presso il Giardino delle Fontane del MANN – Museo Archeologico Nazionale di Napoli, la presentazione della raccolta di racconti “Il cane di fuoco” di Massimo Andrei, edita da Colonnese Editore.

Ne discutono con l’autore: l’attore Andrea di Maria (noto interprete della webserie “Casa Surace”), Gianni Montesarchio professore dell’Università “La Sapienza” di Roma, e Rosaria Rizzo. Le musiche di Eduarda Iscaro accompagneranno le letture a cura di  Andrea di Maria e di Massimo Andrei, attore e regista, già autore di numerose fiabe, pluripremiato per i suoi film e volto noto della web-serie “Snack, uno spuntino di riflessione”.

Saluti iniziali e introduzione di Paolo Giulierini (Direttore MANN) .

“Il cane di fuoco” è una raccolta di racconti che rievocano mondi fantastici, in cui le rose parlano, i carciofi protestano, e le cozze si confessano come antiche malefemmine. Nel solco della grande tradizione di Giambattista Basile, Massimo Andrei coinvolge il lettore in un viaggio alla scoperta di luoghi insoliti e incontri con personaggi bizzarri, spaziando dalla cornice fiabesca all’apologo che fa riflettere, fino a una Napoli chiacchierona e caotica, tra i racconti di “cuntìsti” e “parlettère”.

In un momento in cui la comunicazione virtuale minaccia di annullare ogni disposizione all`ascolto e alla scoperta, Andrei invita il lettore a una narrazione che definisce “bio”, fissando nella scrittura tutta la vivacità dello “scambio” – di battute, aneddoti, impressioni, sentimenti – capace di arricchire, da sempre, chi ascolta e chi racconta.

INGRESSO GRATUITO

Durante la presentazione sarà disponibile un rinfresco per tutti i partecipanti

Per info e prenotazioni contattare il numero 081459858 o tramite email a info@colonnese.it

Il Domenicale News

Il "Domenicale News" fondato e diretto da Pasquale D'Anna nel 2011, nasce dall'idea e dai bisogni di un gruppo di persone che attraverso il giornale e l'Associazione culturale Kasauri, editrice dello stesso, concretizzano la voglia e l'aspirazione di un desiderio di informazione libera, indipendente e generalista. Resta immutata la volontà di rivolgerci ad un pubblico che dalle idee è incuriosito perchè "Il Domenicale" è soprattutto frutto di una idea.