Incubo…

Condividi su
Share

 Questa notte ho fatto un sogno, o meglio ho avuto un incubo.

Ho sognato che gli italiani erano stati ipnotizzati e non si erano accorti che i potenti, i ricchi, molto ricchi, gli industriali, i banchieri, i petrolieri, ecc, si erano impossessati, di fatto, del potere che invece, democraticamente, sembra essere una conseguenza di libere elezioni. Semplicemente controllando la maggioranza degli eletti democraticamente, controllando i mass media privati e pubblici e conseguentemente l’informazione che giunge ai cittadini. Un colpo di stato “democratico” senza spargimento di sangue, moderno, nel rispetto delle regole della democrazia, senza reati, in parte basato sul controllo dell’etere, che senza versare una goccia di sangue ottiene gli stessi risultati degli antiquati “golpe”!

indexE i cittadini? Erano sereni, tranquilli! E la Magistratura? Non poteva intervenire perché non erano stati commessi reati! Ma i partiti? Esistevano i PP (Personal Partiti), quelli scaturiti dalla costituzione…non c’erano più! E il PP (personal partito)…non è un reato! Ma era normale che le lobby scrivessero le leggi e il governo e il Parlamento le approvassero? La costituzione non entra nel merito di “chi realmente e di nascosto scrive le leggi”; se poi il Parlamento le approva…è tutto legittimo! In conclusione, dalla costituzione era nata un’altra Italia…sempre in seguito a democratiche elezioni! Ma la Nuova Italia era più simile a quella Medievale dove chi comandava governava per gli interessi del e dei potenti! E i cittadini li mantenevano!

E i giovani? Non avevano la più pallida idea dell’Italia postbellica nata dalla costituzione! Roba vecchia, sorpassata, obsoleta …per l’Internet world! E non si era organizzata una difesa della legalità costituzionale? Nell’incubo si evidenziava che ci vuole una opposizione democratica che non sia una “personal opposizione”! Ci vuole tempo e democrazia per organizzare i difensori trasparenti e controllabili dei cittadini, gli scivoloni sono all’ordine del giorno, come è normale! I personaggi con “parentele ambigue” sono sempre pronti a riciclarsi: occhio alle “parentele” di vario tipo, si diceva nell’incubo! Anche tra i nuovi candidati! Indovinate come si è concluso l’incubo? “Io, speriamo che me la cavo”! Vedremo se l’incubo sarà a puntate!

Franco Ortolani

Ordinario di Geologia, attualmente a riposo, docente del Master in Pianificazione comunale presso l'Università Federico II di Napoli, Associato all'istituto CNR-ISAFOM. Ambiente e uomo, che fa l'uomo sull'ambiente, che fa l'ambiente sull'uomo i settori di interesse.