Scuola: siamo alle solite!

Condividi su
Share

Siamo alle solite. L’anno scolastico è iniziato e con esso tutte le solite problematiche legate al mondo scolastico. Le difficoltà più cogenti sono la nomina di Insegnanti di sostegno e la mancata assegnazione degli stessi alle classi. I diversamente abili vedono lesi nuovamente i loro diritti all’istruzione ed alla educazione; nulla è oggi nelle scuole rispettoso dei loro bisogni e delle loro inconfutabili necessità.

I docenti di sostegno negli ultimi anni sono stati reclutati anche senza titoli affini ai ruoli che sono andati a ricoprire. Si propongono in questi giorni formazioni relative al sostegno, da mettere in atto nei prossimi mesi, da destinare a tutti i docenti. A questo proposito va tenuto presente che un docente di classe –  prevalente –  ha necessità di essere coadiuvato da esperti in disabilità competenti, per un percorso individualizzato a tutto vantaggio dei bambini diversamente abili.

Non mancano solo i docenti di sostegno, ma mancano anche i Docenti in generale : un ammanco di 11 mila insegnanti . Concorsi svolti in fretta con procedure fantasma per cattedre inesistenti o per cattedre che non verranno mai coperte per difficoltà alla mobilità o per inesistenza di docenti in quella materia.

Mancano le graduatorie per le sostituzioni; i concorsi per la scuola dell’infanzia e per quella primaria stentano a partire. Mancano procedure per abilitare docenti di ruolo in altre discipline e creare così una mobilità interna, che si traduca in crescita professionale e soddisfazione delle richieste del mondo scuola. Manca una organizzazione puntuale e precisa per garantire una istruzione di qualità a tutti gli studenti, per una ‘inclusività’ che non sia solo una parola ad effetto ma che sia, invece, l’effetto necessario per un nuovo modo di fare scuola.

Angela Cascella

Interessata alla Letteratura e con una forte passione per la scrittura, Angela si è laureata dapprima in Lettere Moderne e poi in Giornalismo. Non appena ha iniziato a lavorare, a 21 anni, è stata organizzatrice di eventi; poi ha lavorato nei Beni Culturali presso i maggiori musei campani; da 16 anni è Docente di ruolo. Ha sempre inseguito il suo sogno di scrivere. Si è cimentata in racconti, poesie, scritti diaristici, scritti personali; ha collaborato alla stesura di tesi e testi letterari. Ha pubblicato svariate poesie con la casa editrice Pagine. E' stata curatrice letteraria di due libri:” lI lato oscuro dell’Amore”(Storie di Stalking) e “Usi e costumi della Costiera Amalfitana” . Ama il sole ed il mare. Ama il teatro ed il cinema. Ama cantare. Ama viaggiare, anche con la mente. Soprattutto...Ama Amare.