Taranto, malmenata la maestra che picchiava i bambini. Genitori si scagliano contro l’educatrice già arrestata lo scorso 23 novembre 2017

2137

di Alessandro D’Orazio

Due i genitori denunciati per aver colpito l’insegnante di Taranto che lo scorso novembre venne arrestata per aver maltrattato i propri alunni di età compresa tra i 3 e i 4 anni.

L’educatrice che con schiaffi, strattoni e spinte violente si rese protagonista dell’atroce episodio ha subito ora lo stesso trattamento. Autori del gesto sono due genitori dei bambini maltrattati, i quali dal giorno dell’arresto avevano deciso di vendicarsi.

Tutto partì quando la maestra d’asilo venne ripresa dalle telecamere della polizia mesi fa mentre terrorizzava i piccoli innocenti con un comportamento violento e senza scrupoli. La donna venne successivamente arrestata a Taranto in flagranza di reato dopo l’ennesimo episodio di violenza ripreso dalle telecamere di videosorveglianza nascoste dalla Polizia pugliese.

Altrettanto grave è stato però il comportamento dei due genitori nei confronti della docente: un gesto inqualificabile e degno di biasimo. L’aggressione è avvenuta mentre la donna stava effettuando degli acquisti personali in un negozio del centro.

Avvicinata da due genitori dei suoi ex alunni, l’hanno malmenata per alcuni minuti senza che nessuno riuscisse a fermarli: recatasi poi in pronto soccorso per farsi medicare, ha denunciato quanto accaduto alle competenti forze dell’ordine.

Secco il commento dell’Avvocato Egidio Albanese, difensore della donna: “Quando si trovava agli arresti domiciliari aveva già subito minacce dalle stesse persone, che avevamo provveduto a denunciare”. In attesa di capire cosa ne sarà degli aggressori, gli investigatori proseguono nelle indagini con il massimo riserbo del caso.

Il Domenicale News

Il "Domenicale News" fondato e diretto da Pasquale D'Anna nel 2011, nasce dall'idea e dai bisogni di un gruppo di persone che attraverso il giornale e l'Associazione culturale Kasauri, editrice dello stesso, concretizzano la voglia e l'aspirazione di un desiderio di informazione libera, indipendente e generalista. Resta immutata la volontà di rivolgerci ad un pubblico che dalle idee è incuriosito perchè "Il Domenicale" è soprattutto frutto di una idea.