Napoli vs Salisburgo – Giudizi e voti di Pasquale Lucchese

Condividi su
Share

Meret: Tre interventi provvidenziali, giovane e forte, siamo in ottime mani. Voto 7+

Koulibaly: Qualche piccola sofferenza ma è sempre invalicabile, peccato il giallo che lo terrà a riposo per il return-match. Voto 6.5

Maksimovic: Graziato dall’assistente ad inizio gara quando manda in porta gli austriaci, poi una buona prestazione macchiata dal cartellino che gli costa il ritorno. Voto 6-

Hysaj: Partenza difficile, migliora con i minuti, nel finale una leggerezza su cui Meret salva. Voto 6-

Rui: Diversi errori ma anche tanta spinta, da un suo cross nasce l’autorete del 3-0. Voto 6+

Allan: Solito prezioso dinamismo. Voto 6.5

Ruiz: Qualche sbavatura ad inizio gara, il gol e poi una buona gestione del pallone. Voto 7

Callejon: Solo il salvataggio sulla linea di un difensore ospite gli nega il poker, intelligente il tocco che Ruiz trasforma nel 2-0. Voto 6.5

Zielinsky: Corrente alternata. Voto 6

Mertens: Gli manca la gioia personale, ottimo l’assist per Milik, si dà un gran da fare. Voto 6.5

Milik: Non perdona alla prima occasione. Voto 7

Subentrati

Diawara: Non sempre preciso. Voto 6-

Insigne: Distratto. Partire dalla panchina non è un’offesa al suo talento, cresca, il Napoli ha bisogno di lui. Voto 5

Ounas: Voto 6

Ancelotti: Un discreto Napoli cala il tris e mette un piede nei quarti di finale di Europa League.
Gara più difficile di quanto il risultato dica,  partenza in sordina, poi azzurri bravi a sfruttare le occasioni e le leggerezze in uscita degli avversari.
Nella ripresa il terzo gol, si sfiora il poker e si rischia nei minuti finali, Meret tiene la porta immacolata.

Un risultato più che positivo, ma in Austria non sarà una passeggiata, anche perché mancherà l’attuale coppia centrale titolare; tenere alta la concentrazione sarà indispensabile affinché Partenope possa superare il turno.

Arbitro: Direzione sufficiente. Voto 6

Salisburgo: Squadra di medio livello, semifinalista lo scorso anno di Europa League, che gioca un calcio propositivo.

Pasquale Lucchese

Nato 34 anni fa a Napoli, da sempre residente a Casoria. Laureato in Storia alla Federico II, militante politico, impegnato nel mondo dell'associazionismo e del volontariato. Oltre alla storia, e alla politica, l'altra passione è il calcio, in particolare il Napoli. Il colore preferito è, ovviamente, l'Azzurro!