Lettera di un cittadino al Sindaco e al Comandante dei VV.UU. di Casoria

Condividi su
Share

Casoria, 8 settembre 2014

Al Sindaco del Comune di Casoria

Piazza Cirillo.

80026  – Casoria -NA

Al Comandante dei Vigili Urbani e

della Polizia Urbana di Casoria.

Via Castagna , 54

80026 – Casoria

Alla Redazione del Giornale

OGGETTO: Lettera al Sindaco, ai vigili urbani  ed ai Cittadini di Casoria

Caro Sindaco e Sigg. in indirizzo

un pò di tempo fa, con una lettera indirizzata a Lei e ad altri, le avevamo augurato buon lavoro affinchè con il suo operato potesse risolvere i molti problemi che affliggono la nostra città; ma evidentemente i nostri buoni auspici sono serviti a poco. Oggi siamo qui per ricordarle e per informare i cittadini di Casoria, di un’altra operazione “all’italiana” messa in scena dalla Polizia cittadina e dai Vigili Urbani molto tempo fa, e presumibilmente da lei, che in quanto sindaco, per forza di cose non può non esserne a conoscenza. I cittadini di Casoria, non sanno come vengono consegnate le multe che i Vigili di Casoria emettono durante lo svolgimento del proprio lavoro.  Il verbale elevato a Casoria, viene inviato ad una società del nord Italia, che provvede ad inoltrarla al povero malcapitato.

Ma come mai un verbale che viene emesso a Casoria “ridente” cittadina del sud italia prima di arrivare nelle case dei suoi cittadini va a farsi un costoso (e inutile) giro in una città del nord?! Forse  questo accade per il troppo carico di lavoro delle forze dell’ordine locali, per la scarsità di personale, oppure perché semplicemente non hanno idea di ciò che fanno?!

Questa è una domanda che poniamo al Sig. Comandante dei Vigili Urbani e della Polizia Urbana e a lei caro Sig. Sindaco; in quanto essendo l’Italia in un periodo di “Spending Review” e di austerity che perennemente aleggia sulle teste di noi contribuenti, non sarebbe di certo una cattiva idea cercare di migliorare la gestione  del nostro denaro da parte sia del governo Centrale che di quello locale ed evitarne quindi inutili sprechi. Non ci si può sempre nascondere e appoggiare dietro gli errori delle passate amministrazioni per giustificare l’immobilità e talvolta l’incompetenza di un amministrazione nei confronti di quella che dovrebbe essere la SUA città. Troppo comodo e scontato. Perché non informare i cittadini?! O per meglio dire perché non avete il coraggio di informare i vostri contribuenti di come vengono spesi i loro soldi?!

Oggi, nonostante le svariate amministrazioni distratte che si sono susseguite, noi Casoriani, continuiamo a pagare questa società, per farci recapitare le multe; e i Cittadini sii domandano il perché nessuno parli, nessuno dica nulla, e il tutto passi per ordinaria amministrazione.

Cari Cittadini, sappiate poi che esiste un’altra società privata, esterna al Comune, che si interessa di recuperare  le multe non pagate… giusto per non farsi mancare nulla.

Caro Sindaco, credo che tale inerzia in un momento così delicato sia solo motivo di vergogna, considerando gli innumerevoli problemi che la Città di Casoria è chiamata a risolvere. Ci spieghi come si fa a gestire la macchina Comunale, senza mai pensare a quelle persone che sono la parte più importante sul quale si fonda il vostro lavoro e che  senza di essi non avrebbe ragion d’esistere.

Siamo stanchi delle autorità che sono presenti solo esclusivamente alle manifestazioni, che si fanno vedere solo quando c’è da inaugurare qualcosa o quando si presenta qualche libro; e soprattutto di quelle autorità che si ricordano di essere attive solo in periodo elettorale! Siamo stanchi di vedere e dover pagare politici e “politicanti” o presunti tali, solo per essere stipendiati e godere di privilegi.

Non possono essere sempre i cittadini a pagare i vostri conti e le vostre pesanti eredità di amministrazioni passate, trovandosi a vivere in una città allo sbaraglio, abbandonata a se stessa!

Questa città sembra la città delle barzellette. Ogni tanto ci si sveglia dall’immobilità per riappropriarsi del territorio, cercando di richiamare tutti all’ordine e a fare il proprio dovere. Giustissimo, se non fosse solamente un mero e sporadico tentativo per riuscire a placare i cittadini oramai sempre più sull’orlo del collasso sociale.Per non parlare della mobilità … avete mai fatto caso al comportamento di un vigile che si avvicina ad una macchina in contravvenzione?!

Prima si fischia per un po’ per avvertire il proprietario, poi il soggetto in questione arriva, e lo si redarguisce, intimandogli di mettergli la multa, ma, solo per la prossima volta.No caro vigile, l’etimologia della parola vigile, ci dice che tu dovresti essere attento a quello che succede vicino a te, nella tua città. Ma la cosa preoccupante è che tu non la consideri come “ Tua” per questo ti comporti così. Per te la tua Città, finisce quando chiudi la porta della tua casa, il resto poi, non ha importanza

Come si fa mio caro vigile a non vedere tutte le auto che passano contro senso … In Piazza Cirillo poi, ci sono personaggi che definirei “caratteristici” che attraversano con le proprie moto l’intera Piazza, passando davanti ai vostri occhi contravvenendo le regole del codice stradale, ma ovviamente si fanno occhi e orecchie da mercante. Certo, mi rendo conto che fermare certe persone piene di souvenir sulle braccia può essere problematico, ma fa parte del vostro lavoro, quello che di vostra spontanea volontà avete scelto. Cosa dovrebbero dire allora i Carabinieri ed i Poliziotti, che quando escono di casa , non hanno la sicurezza di potervi rientrare?!

Se non si è capaci si faccia spazio a persone più adeguate; perché la nostra città ha bisogno di forze dell’ordine che possano essere definite tali, perché Casoria ora come non mai ha bisogno di ordine!

Queste non vogliono essere parole offensive nei riguardi delle forze dell’ordine ma un invito e un appello a fare di meglio da domani stesso, così che i cittadini che osservano perennemente il vostro operato possano essere fieri ed orgogliosi delle loro forze dell’ordine.

Noi cercheremo sempre di dire qualcosa di nuovo ai cittadini di Casoria, affinchè siano sempre più coscienti di ciò che succede nella loro città; facendo in modo che non si abbandonino alla disperazione e all’immobilità … c’è tanto da fare e questa città ha bisogno di tutti noi, nessuno escluso, abbiamo solo bisogno di risvegliarci un pò!

Alla Prossima

LETTERA FIRMATA

Il Domenicale News

Il "Domenicale News" fondato e diretto da Pasquale D'Anna nel 2011, nasce dall'idea e dai bisogni di un gruppo di persone che attraverso il giornale e l'Associazione culturale Kasauri, editrice dello stesso, concretizzano la voglia e l'aspirazione di un desiderio di informazione libera, indipendente e generalista. Resta immutata la volontà di rivolgerci ad un pubblico che dalle idee è incuriosito perchè "Il Domenicale" è soprattutto frutto di una idea.