Vacciniamoci tutti…

Condividi su

di Rosario Pesce

Con l’inizio della vaccinazione, inizia finalmente la seconda fase della pandemia in Italia, come in tutto il mondo.

È evidente che, dagli esiti della vaccinazione, dipenderà poi lo sviluppo della malattia.

Molti sono, ancora, i quesiti irrisolti.

Quanto tempo sarà necessario per giungere all’immunità di gregge?

Quanti mesi dura la copertura anticorpale che conferisce il vaccino?

Quale dei vaccini realizzati è quello più indicato per sconfiggere il Covid?

I malati, che sono guariti, dovranno sottoporsi anche loro al vaccino nei prossimi mesi?

Sono interrogativi importanti, ma è ovvio che, in questo momento storico, la priorità è che venga implementata la vaccinazione su larga scala, perché è l’unico modo – questo – per voltare pagina e per iniziare, in modo compiuto, la stagione del post-Covid.

Frattanto, visto che molti mesi sono necessari per arrivare al pubblico più ampio possibile, è comunque necessario tenere comportamenti prudenti, che possano limitare la diffusione del virus nei mesi invernali che ci aspettano.

Peraltro, è stato giusto dare la precedenza nella vaccinazione alla categoria più a rischio, quella degli operatori socio-sanitari, che da mesi combattono contro il Covid nei reparti degli ospedali e delle rsa.

Sarebbe stato, forse, auspicabile che, accanto a questi, il vaccino venisse somministrato anche agli operatori del mondo scolastico, visto che l’istruzione, insieme alla tutela della pubblica salute, è l’altra priorità dei Paesi occidentali in questo momento storico così delicato.

Certo è che il mondo deve uscire dalla pandemia in tempi, ragionevolmente e possibilmente, brevi.

È giunta l’ora che si inizi a costruire il futuro, perché il recente passato ed il presente sono fin troppo grami per l’umanità.

Rosario Pesce

Dirigente scolastico, dapprima nella secondaria di primo grado e, successivamente, nella secondaria di II grado. Gli piace scrivere di scuola, servizi, cultura, attualità, politica. I suoi articoli sono stati già pubblicati da riviste specialistiche, cartacee ed on-line, e da testate, quali: Tecnica della scuola, Tuttoscuola, Edscuola, Ftnews, Contattolab.