Obama e Springsteen in coppia per raccontare in un podcast gli Stati Uniti d’America

Condividi su

di Alessandro D’Orazio

Barack Obama e Bruce Springsteen in coppia per un podcast in otto parti su Spotify. Si intitola “Renegades: Born in the USA” ed è stato prodotto da Higher Ground, la casa produttrice di Barack e Michelle Obama.
I primi due episodi, intitolati “Outsiders: An Unlikely Friendship” e “American Skin: Race in the United States”, tracciano una lunga conversazione registrata nello studio del musicista nel New Jersey e sono già disponibili al pubblico.
Vengono raccontati aneddoti sui loro percorsi, dall’infanzia alla presidenza degli Usa, compresi i momenti in cui le vite di entrambi si intrecciarono; come quando il Boss e il Presidente suonarono insieme il pianoforte alla Casa Bianca, intonando brani del repertorio Motown e spezzoni di vari musical. Le conversazioni tra Springsteen e Obama non si limitano però a singoli episodi autobiografici, ma si spingono oltre.
I due affrontano anche tematiche complesse, tra cui “questioni razziali, paternità, matrimonio e la condizione attuale degli Stati Uniti”. Non manca neanche l’ironia. È Obama nel primo episodio a dichiarare: “Bruce è un’icona del rock ‘n’ roll, io un avvocato e un politico. Nonostante sia più grande di me, non sono figo quanto lui”. Una produzione che renderà sicuramente felici i tanti sostenitori dei due personaggi.
Alessandro D'Orazio

Classe 1992. Una laurea in Giurisprudenza ed una in Operatore giuridico d’impresa. Nel mezzo l’azione: paracadutista, sommozzatore e pilota d’aerei. Classicista convinto, quanto Cattolico. Appassionato di viaggi, lettura e scrittura. Un’esistenza volta alla costante ricerca delle tre idee che reggono il mondo: il Bene, la Giustizia e la Bellezza. Senza mai perdere di vista la base di ogni cosa: l’Umanità. Se fosse nato sostantivo, sarebbe stato il greco aretè e cioè, la disposizione d’animo di una persona nell’assolvere bene il proprio compito. La frase che lo descrive: “Darsi una forma, creare in se stessi un ordine e una dirittura”. Il tutto allietato da un bel dipinto di Giovanni da Fiesole.