Spal vs Napoli – Giudizi e voti di Pasquale Lucchese

Condividi su
Share

Meret: Negli ultimi 20 minuti è decisivo. Voto 7

Luperto: Rimedia alla ingenuità del fallo da rigore, salvando miracolasamente su Floccari. Voto 6

Koulibaly: L’assenza di Albiol lo rende meno sicuro, soffre senza perdere lucidità nella bagarre finale. Voto 6+

Malcuit: Sufficiente in ambo le fasi. Voto 6

Rui: Solito combattente, si e ci regala la rete della vittoria. Voto 6.5

Zielinsky: A sprazzi come suo solito. Voto 6

Allan: Finalmente il gol, finalmente il brasiliano che abbiamo ammirato per mesi. Voto 7

Ruiz: Seconda parte di stagione in netto calo. Voto 5.5

Younes: Un paio di belle giocate e l’assist per Allan. Voto 6+

Callejon: I suoi gol mancano tantissimo eppure il suo contributo tattico, come in occasione dello scambio vincente con Rui, resta prezioso. Voto 6.5

Milik: Il palo e tanto movimento, ma anche alcune scelte incomprensibili. Voto 6+

Subentrati

Verdi: Dispiace infierire, ma entrare in campo con un simile atteggiamento non è da professionisti. Se si ha la possibilità di recuperarlo mentalmente, si provi a sfruttare il suo potenziale, in caso contrario non può restare. Voto 5

Ghoulam: Voto 6

Gaetano: Esordio per il classe 2000! Voto 6

Ancelotti: Per 70 minuti un buonissimo Napoli, con la solita pecca del cinismo, un dominio netto e un solo gol di vantaggio. Nel finale sfida a viso aperto, la Spal pareggia, il Napoli si riporta avanti, Meret salva i tre punti meritatissimi.
Partita di fine stagione con il secondo posto già matematicamente in cassaforte, eppur non avrei digerito una mancata vittoria.

Match senza assilli di classifica, eppur al gol di Rui e alle decisive parate di Meret e al triplice fischio finale che ha sancito la nostra vittoria mi sono EMOZIONATO, perché Partenope ha vinto, perché Partenope EMOZIONA sempre, nel BENE e anche nel male. Questa è la follia, la magia, la ingenua e fiabesca ‘stupidità’ del TIFO….

Arbitro: Voto 6

Spal: Salvezza ottenuta con pieno merito, proponendo un gioco propositivo e di qualità, favorito naturalmente dal discreto valore della rosa.

Pasquale Lucchese

Nato 34 anni fa a Napoli, da sempre residente a Casoria. Laureato in Storia alla Federico II, militante politico, impegnato nel mondo dell'associazionismo e del volontariato. Oltre alla storia, e alla politica, l'altra passione è il calcio, in particolare il Napoli. Il colore preferito è, ovviamente, l'Azzurro!